Spaghetti Cacio e Pepe

20 giugno

La pasta cacio e pepe è uno dei piatti tipici della cucina povera romana tra i più antichi in assoluto, nacque dall'esigenza dei pastori romani di portare, durante i lunghi spostamenti del gregge, del cibo che si conservasse a lungo e che fosse anche nutriente, in questo caso: pasta secca, pepe nero in grani e formaggio di pecora stagionato, presto la ricetta sconfinò fino ai monti abruzzesi, ai monti umbri e in tutto il centro Italia.

Si tratta di una ricetta di semplice preparazione, che richiede pochissimi ingredienti ma non per questo meno straordinaria. Nonostante la semplicità di questo piatto le varianti su come prepararlo sono infinite.
Tempo di preparazione:
15 minuti
Ingredienti per 4 persone:
g 350 di spaghetti o altro formato di pasta
g 180 di pecorino grattugiato
g 10 di pepe nero macinato
olio d'oliva e sale

Procedimento:
Fate cuocere la pasta in acqua bollente salata. Nel frattempo fate rosolare il pepe in una padella con poco olio. A metà cottura della pasta raccoglietela e trasferitela nella padella con 2 mestoli di acqua di cottura e proseguite la cottura risottata, (in padella).
Quando la pasta sarà cotta spegnete il fuoco, unite il pecorino grattugiato e fate mantecare il tutto fino ad ottenere una crema della consistenza desiderata.


Servite subito la cacio e pepe in tavola con una spolverata di pecorino e di pepe.

Curiosità
La ricetta originale nel tempo a subito tante variazioni e nuove interpretazioni, a partire dal formato di pasta che va dai tonnarelli agli spaghetti, dai bucatini ai rigatoni fino alle mezze maniche. Nelle trattorie romane si possono trovare decine di versioni diverse e tutte vi assicureranno che quella è la ricetta originale.

Potrebbero Interessarti Anche

28 commenti

  1. Cara marina, ma che belli e buoni spaghetti speciali mi fai vedere, mi è venuto subito l'appetito.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. adoro questo piatto e , quando vado a Roma, lo gusto sempre!!

    RispondiElimina
  3. Bello, buono e cremoso al punto giusto...davvero perfetto, non è facile fare questo piatto a regola d'arte , tu ci sei riuscita e, da oggi, con i tuoi suggerimenti anche io, bravissima, ti abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Adoro la pasta cacio e pepe e questa ricetta è veramente favolosa! Io che adoro la pasta ho trovato un altro motivo per coltivare la mia dipendenza :P
    Buona giornata!
    Flo

    RispondiElimina
  5. Purtroppo non amo questo genere di sapori, ma magari il tuo piatto é gustoso! Chissà... Non lo escluderei, comunque.

    Ciao, buona giornata, a presto! :)

    http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    http://ilblogdielisabettas.blogspot.it

    RispondiElimina
  6. que delícia de receita !!
    nunca fiz macarrão assim com queijo e pimenta.
    vou experimentar..
    gostei também de saber que este era um prato dos pobres romanos..
    muito interessante que a comida das pessoas mais necessitadas, são as que mais se perpetuam na cultura de um país !!!
    adorei a receita..
    grande abraço querida !!
    :o)
    http://elianeapkroker.blogspot.com.br/

    RispondiElimina
  7. Deve essere una meraviglia! Non l ho mai assaggiato questo condimento, il pepe mi fa decisamente male e lo uso davvero raramente, ma mi piace moltissimo uffa! Ammiro e basta...

    RispondiElimina
  8. una ricetta che non passa mai di moda ma di cui ogni tanto ci si dimentica
    grazie e buona serata ;)

    RispondiElimina
  9. Un classico dal sapore deciso di cui non mi stancherei mai. In genere lo faccio con altri formati di pasta ma anche con gli spaghetti è ottimo!

    RispondiElimina
  10. Molto interessante è un pasta che si adatta anche con il caldo si questi giorni e veloce da preparare

    RispondiElimina
  11. Ahhhh che buona. Questa fa parte di quella categoria di ricette che io amo alla follia. Pochissimi ingredienti e se fatta bene diventa pura poesia. Ho provato a farla a casa ma non mi è mai venuta come quella che si mangia a Roma. Forse è colpa del pecorino, mi sa che da noi non si trovi del vero pecorino romano

    RispondiElimina
  12. Questo è uno dei miei piatti preferiti! Grazie per essere passata a trovarmi sul blog, mi sono unita ai tuoi lettori. Buona giornata :)

    RispondiElimina
  13. Un classico che piace sempre, sopratutto se fatto così bene!!!
    Baci

    RispondiElimina
  14. Ottimo,un piatto alla quale mi affido spesso quando voglio preparare qualcosa di veloce e gustoso!!!!
    Baci

    RispondiElimina
  15. Grazie a tutti, troppo gentili :*

    RispondiElimina
  16. Io li adoro, ma ti posso dire che la prima volta che li ho mangiati a casa da una conoscente li avrei lanciati dalla finestra....un blocco unico....immangiabili!!!!
    Poi mi sono rifatta (e quella persona è stata etichettata come "non sa cucinare").
    Buon week end

    RispondiElimina
  17. Un piatto semplice, ma non facile da fare, io da romana l'adoro e a te è venuto molto buono. Un bacione

    RispondiElimina
  18. Buonissimo, un classico della cucina romana che adoro! Complimenti Marina! Un bacione!

    RispondiElimina
  19. Evviva la semplicità e il gusto di questo piatto!!!

    RispondiElimina
  20. Io lo amo questo è uno dei piatti che preferisco di più al mondo
    Le tue foto sono straordinarie
    baci

    RispondiElimina
  21. Non è un piatto così facile da realizzare...il tuo è strepitoso, grazie alle tue indicazioni lo proverò presto, grazie!

    RispondiElimina
  22. Sarà che sono di parte essendo romana e che caso cacio e pepe sia il mio piatto preferito ma mi fa venire languore anche se è solo mattino

    RispondiElimina
  23. Ma dai, non sapevo della storia di questo piatto.
    Io sinceramente non l'ho mai mangiata ma dovrei provare :)
    Roby

    RispondiElimina
  24. Intramontabile classico sempre molto molto buono
    Complimenti per ricetta e foto ;)

    RispondiElimina
  25. Un classico che non stanca mai!
    Un bacio :)

    RispondiElimina

Disclaimer Blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7.03.2001.
Non è consentita la pubblicazione o riproduzione, anche parziale, senza il consenso esplicito dell'autore.
Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.


le mie ricette su

Top blogsdiricette

trova ricetta

Paperblog
Gustosa Ricerca - ricette di cucina e motore di ricerca di ricette
Scarica Curriculum

Archivio Blog