8 febbraio 2017

Chiacchiere di Carnevale

Sono un classico dolce italiano tipico del Carnevale preparato in tutta la penisola con nomi diversi: frappe, cenci, bugie, crostoli ecc.. Fecero la loro comparsa già all'epoca dell'antica Roma con il nome di frictilie e si friggevano nel grasso di maiale.
Grazie alla loro semplicità e al basso costo venivano preparate in grandi quantità dalle donne romane e offerte alla folla che si riversava nelle strade proprio in occasione dei festeggiamenti dell'odierno Carnevale, in seguito si sono diffuse in tutta Italia e nel mondo.
Il nome invece sembrerebbe avere origine napoletana e risalire alla Regina di Savoia, infatti la leggenda narra che mentre era intenta a chiacchierare con i suoi ospiti  le venne fame e chiese al cuoco di corte Raffaele Esposito di preparare un dolce che lui chiamò le chiacchiere.
Si tratta di sfoglie croccanti di pasta rondellate ai bordi, in alcuni casi vengono modellate a formare un nodo, in alcune zone infatti prendono il nome di fiochetti, si cuociono in abbondante olio oppure in forno e si servono fredde ricoperte con zucchero a velo, cacao, miele, oppure accompagnate da sanguinaccio dolce o liquore alchermes.
Tempo di preparazione: 40' 
Ingredienti per 40 chiacchiere circa:
g 500 di farina tipo 0
g 100 di burro 
g 50 di zucchero
2 uova intere
1 tuorlo d'uovo
1 bicchierino di grappa oppure altro liquore
scorza di limone grattugiata
abbondante olio per friggere
sale
Preparazione: 
Setacciate la farina a fontana su una spianatoia, fate un incavo al centro e mettete le due uova e il tuorlo, lo zucchero, un pizzico di sale, 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata e la grappa, impastate il tutto per fare amalgamare bene gli ingredienti e unite il burro, continuate a lavorare l'impasto per almeno 15'. Dovrà risultare un composto omogeneo e fluido ma malleabile, se necessario aggiungete un po' di latte.
Dividete l'impasto in palline da circa g 150 ognuna, prendetene una e appiattitela con il palmo della mano su un piano da lavoro leggermente infarinato, con il mattarello o con la macchinetta tirapasta stendete una sfoglia rettangolare spessa 2 mm circa, ripetete l'operazione con il resto dell'impasto.
Con la rotellina dentata ricavate dei rettangoli oppure dei rombi e praticate su ognuno dei tagli centrali nel senso della lunghezza, oppure tagliate delle strisce più sottili e attorcigliatele delicatamente.


Mettete a scaldare l'olio in una capiente padella a bordi alti e, quando sarà ben caldo, immergetevi poche chiacchiere per volta, rigiratele delicatamente e fatele dorare da ambo i lati, raccoglietele e mettetele a scolare su carta assorbente da cucina. Una volta fredde trasferitele su un piatto da portata e spolverizzatele con abbondante zucchero a velo.

Variante: se preferite una versione più leggera, più semplice e più veloce potete cuocere le chiacchiere in forno preriscaldato a 180° per 10 o 15', sfornatele, lasciatele raffreddare, quindi spolverizzatele con lo zucchero a velo e servite.

Le chiacchiere una volta fritte si conservano anche per 2 o 3 giorni.



36 commenti:

  1. Risposte
    1. Le devi fare assolutamente Luisa, sono buonissime!!

      Elimina
  2. Ti ringrazio per essere passata da me!
    Buon Mercoledì
    Luisa

    RispondiElimina
  3. O dolci purtroppo li devo passare prendo da qui mi Pacciani tanto. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di essere passata Edvige :* Buona giornata anche a te.

      Elimina
    2. Scusa vedo ora degli errori terribili devo decidermi a cambiare la tastiera ormai ha fatto il so tempo... :D

      Elimina
  4. Che Carnevale è senza le buonissime chiacchiere, anzi qui a Venezia, i galani!!!
    Ti seguo con piacere!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, è un piacere trovarti anche qui ;)
      Un bacio

      Elimina
  5. Risposte
    1. Ciaooo Enza, che bello leggerti anche qui :D Un bacio.

      Elimina
  6. Ciao Cuochetta, ho visto che hai aperto con un'amica questo interessante blog, anche io non ho postato molto ... il mio forno è andato ko e sto cercandone uno nuovo, si sà il tempo è tiranno! Compliementi.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabry, grazie di essere passata. Mi dispiace per il forno mannaggia ce n'è sempre una :D
      Aspetto i tuoi prossimi post. Baciotti.
      La Cuochetta

      Elimina
  7. Le mie preferite per carnevale!

    RispondiElimina
  8. E' il dolce di carnevale che preferisco, sono deliziose, una tira l'altra.
    Baci

    RispondiElimina
  9. Semplicemente fantastiche...Complimenti!!! Un caro abbraccio e felice week -end!
    Complimenti per il blog è stupendo<3<3<3
    Laura<3

    RispondiElimina
  10. Ciao è da tanto che non passavo da te e ho trovato delle belle novità. Hai iniziato già a chiacchierare? Io sono ancora indietro, ma spero domenica di iniziare. Buona serata.

    RispondiElimina
  11. Prima di tutto voglio ringraziare Marina di La Cuochetta e il piccolo chef per averci parlato e fatto scoprire questo fantastico blog. Un dolce buonissimo, abbastanza facile da preparare, non ho più scuse, no?
    P.s: sto seguendo anche questo blog su GFC, non posso perdermi nessuna ricetta ;)
    Buon fine settimana
    Flo di
    https://femeieastazi.blogspot.it

    RispondiElimina
  12. Eccomi nel tuo nuovo blog :)
    Buone le chiacchiere e le tue sono meravigliose.
    Un bacio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  13. Cara Marina ti passo a trovare nel tuo nuovo e bellissimo blog che trovo interessante e ricco di splendide ricette,tutte ottime davvero!!
    Ti seguo anche qui con grande piacere e ti ringrazio ancora per essere passata:)).
    Un bacione e buon fine settimana:)).
    Rosy

    RispondiElimina
  14. Adoro le chiacchiere e le tue sono troppo invitanti e golose,bravissima!!!

    RispondiElimina
  15. Le Chiacchiere sono sempre buonissime, le vostre perfette, la variante in forno è da provare! Complimenti per il Blog e un caro abbraccio a Marina!!
    Sy

    RispondiElimina
  16. Ri-ciao, tu chiacchiere io frittelle.....ormai il Carnevale impazza e ce n'è di golosità per tutti i gusti!!!
    Baci

    RispondiElimina
  17. In Toscana si chiamano Cenci e si fanno col vinsanto, comunque sempre buoni sono!!!
    Complimenti per il blog! A presto

    RispondiElimina
  18. Non mangio le chiacchiere da secoli :((( buonissime le tue :)
    Ciao ti va di seguirci reciprocamente??
    ♥ ♥ ♥ ♥ That's Amore Blog

    RispondiElimina
  19. Due chiacchiere sono ben accette, non solo per il carnevale, ma anche ora che sta per arrivare l'ora di merenda e poi, il carnevale quando arriva, arriva, come anche il natale, noi siamo già sazi di chiacchiere fino a che arriverà. hi, hi, hi....

    RispondiElimina
  20. Buonissime, in questi giorni le ho già fatte un paio di volte e non smetterei mai di mangiarle :)

    RispondiElimina
  21. Giovedì grasso, le chiacchiere sono una golosità che oggi non può mancare! Un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Ciao Marina, che carnevale è senza chiacchiere, troppo buone, le adoro! Un bacione!

    RispondiElimina
  23. Eccomi Cuochetta, ma che carino il nuovo blog ! Oggi ultimo di carnevale le frappe, a Roma si chiamano cos, sono d'obbligo!
    a presto
    Alice

    RispondiElimina
  24. Ecco qualcosa che veramente sa di carnevale!!! Le chiacchiere io le amo da morire!!!
    Ho fatto una mail per chiarire quel piccolo difetto di impostazione del blog chr non pormette di metterlo nel blog roll. Un caro saluto con buona serata.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite Tomaso, ho letto la mail e ho risposto.
      Felice giornata.

      Elimina