Torta di Carote

13 maggio

Una ricetta semplice e veloce, dolce ideale per una colazione genuina e gustosa. E' anche un ottimo modo per far mangiare le verdure ai bambini.

Naturalmente esistono tante varianti, si può aggiungere all'impasto un bicchierino di liquore a piacere, oppure sostituire le mandorle con le nocciole e guarnire la torta con la glassa anziché con lo zucchero.
Tempo di preparazione:
1 ora
Ingredienti:
g 400 di carote 
g 150 di zucchero
g 150 di farina
g 150 di mandorle spellate
g 10 di lievito in polvere
4 uova intere
la buccia grattugiata di un limone
zucchero a velo e sale
burro e farina per la tortiera
cannella in polvere (facoltativo)

Procedimento:
Lavate, sbucciate e grattugiate le carote e tritate finemente le mandorle.
In una ciotola sbattete i tuorli d'uovo e, quando saranno spumosi, unite la farina setacciata con il lievito, un pizzico di sale, le carote ed infine la buccia del limone grattugiata e le mandorle, rimescolate bene tutti gli ingredienti.
Montate a neve fermissima gli albumi e incorporateli al composto mescolando delicatamente dall'alto verso il basso con una spatola.
Versate il tutto in una tortiera di 24 cm di diametro e con il bordo alto almeno 5 cm, imburrata e infarinata oppure rivestita con carta forno. Cuocete nel forno caldo a 200° per 30 minuti circa.
La torta sarà cotta quando introducendo uno stecchino nel centro uscirà pulito e asciutto.
Togliete la torta dal forno e lasciatela riposare per qualche minuto poi sformatela staccandola dal bordo dello stampo con un coltellino.
Quando sarà fredda spolverizzatela con lo zucchero a velo setacciato attraverso un colino oppure con glassa a base di zucchero a velo e acqua e servite.

Curiosità:
Le origini di questa torta non sono italiane e sembrerebbero essere ancora incerte, l'ipotesi più accreditata è che sia stata creata in Svizzera. In Italia è molto diffusa sopratutto al Nord ed in particolare in Trentino e in Veneto.

Potrebbero Interessarti Anche

1 commenti

  1. mi ha sempre incuriosito la torta di carote, però non ci ho mai provato, direi che da vedersi è bellissima, ora che i penso non l'ho neanche mai assaggiata.

    RispondiElimina