Griva Delfina

10 aprile

La griva delfina è un piatto tipico della cucina piemontese. Si tratta di un saporito antipasto a base di frattaglie, salsiccia, bacche di ginepro e uova, il tutto racchiuso nella rete di maiale e cotto in forno.


Tempo di preparazione: 
1 ora e 30 minuti
Ingredienti per 6 persone:
g 400 di fegato di vitello
g 200 di cuore di maiale
g 300 di salsiccia spellata
4 uova intere
15 bacche di ginepro
rete di maiale
noce moscata e sale

Procedimento:
Mettete in ammollo la rete di maiale in acqua tiepida.
Tritate finemente il fegato e il cuore, mettete il ricavato in una terrina con la salsiccia sbriciolata, le uova sbattute a parte, le bacche di ginepro ridotte in polvere, una grattugiata di noce moscata e un pizzico di sale. Fate amalgamare bene il tutto mescolando e lasciate riposare per 10 minuti.
Sciacquate sotto acqua corrente la rete di maiale e foderate con questa una tortiera di circa 20 cm di diametro, lasciando che fuoriesca dai bordi, versate il composto preparato e raccogliete tutti i lembi verso il centro, in modo che il ripieno non fuoriesca.
Cuocete nel forno caldo a 220° per 1 ora. Durante la cottura eliminate una parte del grasso che si formerà e voltate la griva almeno una volta.

Varianti:
Potete preparare la griva sostituendo la rete di maiale con foglie di cavolo verza sbollentate.
Con gli stessi ingredienti e l'aggiunta di g 100 di rognone di maiale tritato finemente si possono preparare le frizze, altro piatto tipico molto diffuso in Piemonte e i Liguria. In entrambi i casi si possono accompagnare con flan di verdure e vanno serviti caldi.

Potrebbero Interessarti Anche

0 commenti