Seppie alla Romana

14 febbraio

Le seppie alla romana sono un piatto tipico della cucina tradizionale della regione Lazio. Si tratta di una ricetta molto saporita e appetitosa, oltre che di semplicissima preparazione.

Le seppie vengono cucinate con aglio, prezzemolo, vino bianco, acciughe e fatte stufare nel loro sugo. Ottima già nella versione base, questa ricetta può essere arricchita con l'aggiunta di piselli o di carciofi.
Tempo di preparazione: 
1 ora e 30 minuti
Ingredienti per 4 persone:
kg 1 di seppie
3 acciughe deliscate e dissalate
2 spicchi d'aglio spellati
8 cucchiai di olio d'oliva
1 bicchiere di vino bianco secco
1 manciata di prezzemolo tritato
g 500 di piselli o carciofi (facoltativo)
1 pomodoro (facoltativo)
pepe

Procedimento:
Spellate le seppie e privatele dell'osso, della sacchetta interna, degli occhi e del becco, sbattetele energicamente su un tagliere per intenerirle, quindi lavatele e tagliatele a listarelle.
Spezzettate le acciughe e tagliate a dadini il pomodoro.
Fate imbiondire in un tegame gli spicchi d'aglio nell'olio, unite le seppie e fate consumare il loro liquido, eliminate gli spicchi d'aglio, versate il vino e lasciatelo evaporare a fiamma alta.
Aggiungete le acciughe, il pomodoro ed un pizzico di pepe, mescolate e unite un mestolo abbondante d'acqua (a questo punto potete aggiungere i carciofi puliti e tagliati a fettine oppure i piselli). Fate cuocere per circa 1 ora a fuoco dolce.
Prima di servire le seppie cospargetele con il prezzemolo tritato mescolando bene il tutto e decorate il piatto a piacere con spicchi di limone.

Potrebbero Interessarti Anche

0 commenti