Il Molise

27 dicembre

E' una regione dell'Italia meridionale, la più piccola della penisola dopo la Valle d'Aosta con capoluogo CampobassoIl Molise è nato dal distacco dall'antica regione Abruzzo-Molise nel 1963, diventando la ventesima regione d'Italia, inizialmente solo con la provincia di Campobasso e, dal 1970, anche con la provincia di Isernia. 
Il nome ha origine in epoca Medievale per identificare una contea di appartenenza della famiglia normanna de' Moulins. Nel 1531 il Molise passò sotto la dominazione spagnola e fu aggregato alla Capitanata, regione storica della Puglia, quello fu un periodo di grave crisi economica e sociale per questa regione, data la presenza di numerose bande di briganti. Nel 1806 con Napoleone divenne per la prima volta una provincia autonoma. Con l'annessione al Regno d'Italia nella regione scoppiarono molte ribellioni che furono sedate solo nel XIX secolo. Nel 1963 la provincia di Campobasso fu proclamata regione a sé stante per poi identificarsi come regione Molise con l'inclusione della provincia di Isernia.
Questa regione ha conosciuto in modo considerevole il fenomeno dell'emigrazione, si contano oggi comunità molisane all'estero che, complessivamente, superano la popolazione residente.
Una piccola regione con sole due province, Campobasso e Isernia, ma ricca di storia e tradizioni proprie e, per quanto la sua cucina sia indubbiamente influenzata dalla gastronomia delle regioni confinanti (fatto che per altro si verifica in ogni territorio), vanta anche molte tipicità, ricette e preparazioni originali ed esclusive. Aiutata molto dal clima, più dolce e mite rispetto a quello abruzzese, che permette una straordinaria ricchezza nella produzione ortofrutticola, sono tanti i centri della regione che possono vantare ottimi prodotti, tra cui i rinomati peperoni di Boiano, sedano e broccoli, finocchi e cannellini, detti ricini nella zona di Isernia, spinaci e cipolle. 
Tra la frutta le pesche e le albicocche di Monteroduni, le mele limoncelle e le pere di Campobasso, i fichi freschi e secchi, fondamentali nella preparazione dei dolci.
Tra i prodotti tipici troviamo, oltre al celebrato olio evo Dop, il pane tra cui quello realizzato con le patate, il miele e spiccano anche salumi e formaggiNon mancano le mozzarelle, come quelle di bufala nella zona di Venafro, ricotte, anche di capra, caprini e pecorini, scamorze e scamorze affumicate, ma sopratutto caciocavalli, stracciate e butirri, accompagnati da ottimi prosciutti e prosciutti affumicati, come quello di Ferrazzano, ventricine, capocolli, soppressate, le tipiche salsicce sotto grasso e quelle con il finocchietto, la pamapanella una pancetta cotta in forno con spezie, la signora di Conca Casale è un prodotto pregiato di carne suina. 
Tutti salumi che impreziosiscono gli antipasti locali, magari uniti a frutta come ad esempio i fichi; per chi desidera piatti più elaborati ci sono i fiadone quadrati di pasta fritta ripieni di formaggi e salumi, o lo scapece di alici per chi predilige il pesce.
Tra i formati tipici di pasta lunga troviamo i tagliolini e i fusilli, che vengono arrotolati intorno ad un ferro (il fuso) per dare la tipica forma arricciata, ottimi conditi con sugo di carne e in Molise non mancano oltre alle specialità suine anche quelle ovine, come il classico ragù di agnello.
Questa regione si affaccia anche sul mare e dall'Adriatico arrivano tanti prodotti che permettono la preparazione di ottimi sughi di pesce, come gli spaghetti con le seppie alla molisana o i crioli con noci e baccalà. Altra pasta fatta in casa sono gli immancabili gnocchi di patate o di farina, sopratutto di Campobasso sono i cavatelli, di forma allungata e concava di farina di semola e acqua che vengono serviti accompagnati sia con ragù di carne, sia con verdure.
Non mancano zuppe e minestre a base di ortiche, verze, con riso o farina di mais, la polenta infatti è alla base delle fascadielle, un piatto tipico a base di strati di polenta e ragù.
Il secondo in tavola è più che altro una disputa tra carne suina ben condita, come le salsicce con semi di finocchio e pepe, le cotiche immancabili ad accompagnare i fagioli o il cotechino, e poi la carne ovina, tra le ricette più tipiche gli gnummareddi, involtini di interiora chiusi in budello di agnello o capretto, le magliatielle sono una sorta di pajata d'agnello, il cosciotto d'agnello ripieno, la capra alla molisana e non manca neanche la carne di manzo come la trippa. 
Le polpette tipiche del Molise si chiamano scescille e vengono preparate senza carne, con un impasto a base di uova, aglio, parmigiano, pecorino, pangrattato e cotte al sugo. La versione locale della panonta o panunta, che si trova anche in altre regioni e che vede protagonista una fetta di pane unta nel grasso di pancetta o di guanciale, servita con salsiccia fresca, peperoni, pecorino, prezzemolo e aglio.
Tra le ricette a base di pesce troviamo il brodetto, come ad esempio quello di Termoli che ha la particolarità di essere preparato, oltre che con almeno nove o dieci tipi di pesce diversi, anche con i peperoni; molto diffuso è anche il baccalà che può accompagnare i primi o fare secondo a sé, come nella versione mollicata.
Di contorno, come già detto, questa regione offre una sontuosa scelta di verdure, dai broccoli neri alle patate, come quelle lunghe di San Biase, dalle fave ai peperoni che alla molisana si cucinano imbottiti, così come si fanno imbottiti i carciofi; dai cannellini alle cipolle, base della cipollata, una frittata tipica a cui può essere aggiunto un trito di zucca; e poi non mancano i tartufi.
Tra i dolci della tradizione molisana spiccano i piccellati pasta con ripieno dolce; le frittelle col miele dette caragnoli e, sempre con il miele, le rosachitarre; le ostie rechiene un dolce che alterna ostie ad un ripieno di miele, noci tritate e cioccolato e il salame alle nociAltri dolci tipici sono i caggiuniti, ciambelle ripiene di un impasto a base di castagne, cioccolato e mandorle; le ferratelle o cancelle diffuse anche in Abruzzo e Lazio; le ciambelle dolci classiche al vino rosso con l'uva passa; i taralli, i torroni, la Pigna di Pasqua; è inoltre molto diffusa la cicerchiata come in Abruzzo.









Potrebbero Interessarti Anche

0 commenti