30 settembre 2012

Pizza Margherita

E' una pizza tipica napoletana famosa, insieme alla pizza marinara, in tutto il mondo. Fu creata nel 1889 dal cuoco Raffaele Esposito in onore della regina d'Italia Margherita di Savoia in visita a Napoli
Gli ingredienti scelti dal cuoco per condire questa pizza rappresentavano i colori della bandiera italiana: pomodoro, basilico e mozzarella, preferibilmente di bufala. Una pizza leggera e semplice da preparare, per la gioia di grandi e piccini.
Tempo di preparazione: 45' più il tempo di lievitazione della pasta (almeno 1 ora)
Ingredienti per 4 pizze tonde:
Per la pasta
kg 1 di farina più quella per la spianatoia
g 25 di lievito di birra
600 ml di acqua tiepida
6 cucchiai di olio extravergine d'oliva
g 20 circa di sale
Per il condimento
g 600 di passata di pomodoro oppure pomodori pelati spezzettati e sgocciolati
2 mozzarelle preferibilmente di bufala
12 foglie di basilico fresco
olio extravergine d'oliva e sale
Procedimento: 
Procedete come indicato nella ricetta e preparate la pasta per la pizza, formate una palla e mettetela in un recipiente coperta con un tovagliolo in un luogo tiepido, ad esempio dentro al forno spento. Lasciatela lievitare per almeno 1 ora o finché non avrà raddoppiato il suo volume.
Preparate gli ingredienti per il condimento: versate i pomodori in una ciotola, aggiungete un pizzico di sale, 4 cucchiai d'olio e mescolate, tagliate la mozzarella a cubetti oppure a fettine sottili e mettetela in un colapasta affinché perda l'acqua in eccesso.
Quando l'impasto sarà lievitato lavoratelo ancora per qualche minuto, quindi dividetelo in 4 parti, prendetene una parta e spianatela con il mattarello infarinato formando un cerchio del diametro di circa 30 cm e adagiatela su una teglia leggermente unta d'olio, cospargetela con abbondante salsa di pomodoro, un filo d'olio e la mozzarella.
Cuocete in forno caldo a 220° per circa 10-15', finché sollevando un angolo della pizza con una spatola la pasta risulterà leggermente dorata.
Prima di servire in tavola cospargete la pizza con foglie di basilico intere o spezzettate.

Varianti: La pizza margherita è ottima anche con pomodori freschi, in questo caso disponete sulla pizza prima la mozzarella e poi i pomodori; almeno 10' prima di condire la pizza tagliate i pomodori a cubetti oppure a fettine, cospargeteli con una generosa presa di sale e mettili in un colapasta scuotendolo, di tanto in tanto, affinché perdano l'acqua di vegetazione in eccesso.
La ricetta qui proposta è la versione più veloce, infatti la pasta per la pizza può lievitare per un periodo molto più lungo, anche per alcuni giorni, in questo caso bisogna ridurre notevolmente la quantità di lievito e si conserva in frigorifero.
La pasta per la pizza può essere anche congelata e consumata entro al massimo un mese. 



Nessun commento:

Posta un commento