Brasato al Barolo

11 aprile

Si tratta di un saporito e raffinato stufato cotto a lungo e precedentemente marinato con vino, spezie, aromi e verdure.

La ricetta è di per sé molto semplice ma prevede tempi lunghi, è da considerarsi quindi un piatto adatto alle grandi occasioni o per particolari ricorrenze.

Tempo di preparazione: 
4 ore più il tempo della marinatura (almeno 18 ore)
Ingredienti per 4-6 persone:
g 800 di carne bovina (capello di prete o vena) 
g 50 di pancetta
g 50 di burro
1 bicchierino di Brandy
farina
Per la marinatura:
g 50 di pancetta tagliata a listarelle
1 bottiglia di Barolo non molto invecchiato
2-3 carote
2 gambi di sedano
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
3 chiodi di garofano
3 grani di pepe
1 rametto di rosmarino
1 foglia di alloro
1 pezzetto di cannella
1 pizzico di timo e sale

Procedimento:
Lardellate la carne con qualche listarella di pancetta.
Racchiudete tutte le spezie e gli aromi in un sacchetto e fate un trito con la cipolla, il sedano, l'aglio e le carote. Mettete la carne in un'ampia terrina con il trito di verdure e il sacchetto delle spezie e versate il Barolo, coprite con un piatto e lasciate marinare in un luogo fresco (non in frigorifero) per almeno 18 ore, rivoltando la carne almeno 3-4 volte.
In una casseruola fate soffriggere il burro con la pancetta rimasta tagliata a dadini, scolate la carne dalla marinatura e spolverizzatela leggermente con la farina, trasferitela nella casseruola e fatela rosolare bene rigirandola spesso, unite quindi tutta la marinata e portate a bollore, regolate di sale, coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco basso per almeno 3 ore, rigirandola di tanto in tanto.
A fine cottura togliete la carne e tenetela in caldo, eliminate il sacchetto con le spezie e passate il sugo di cottura nel passa verdure, mettetelo nuovamente sul fuoco, sfumate con il Brandy e lasciate addensare il tutto. Dopo qualche minuto di bollore versate una parte del sugo direttamente sulla carne tagliata a fette, potete servire il resto del sugo in una salsiera con polenta o purè di verdure.
Tradizioni:
E' sicuramente uno dei piatti più rappresentativi della cucina piemontese e molto diffuso anche all'estero. Deve la sua fama all'alta qualità degli ingredienti: il barolo, un ottimo vino tipico della regione Piemonte e la carne dei bovini di razza piemontese.



Potrebbero Interessarti Anche

0 commenti

Disclaimer Blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7.03.2001.
Non è consentita la pubblicazione o riproduzione, anche parziale, senza il consenso esplicito dell'autore.
Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.


le mie ricette su

Top blogsdiricette

trova ricetta

Paperblog
Gustosa Ricerca - ricette di cucina e motore di ricerca di ricette
Scarica Curriculum

Archivio Blog