Pane Frattau

11 marzo

Il pane frattau è un piatto tipico della cucina regionale sarda, l'ingrediente principale è infatti il pane carasau, o carta da musica, un tipo di pane tipico di questa regione.

Le tradizioni sulla preparazione di questo piatto variano a seconda della zona, in alcune è previsto l'utilizzo di erbe aromatiche come cicoria, prezzemolo o rosmarino, mentre in altre si completata il piatto con uova in camicia o uova barzotte.
Tempo di preparazione: 
45 minuti
Ingredienti per 4 persone:
8 fette di pane carasau (carta musica)
g 500 di pomodori pelati
1/2 cipolla
12 cucchiai di pecorino grattugiato
5 cucchiai d'olio d'oliva
3-4 foglie di basilico
4 uova (facoltative)
brodo di carne (facoltativo)
sale e pepe

Procedimento:
Fate soffriggere nell'olio la cipolla tritata, unite i pomodori, un pizzico di sale, una macinata di pepe e cuocete il sugo a fuoco basso per 10-15 minuti, se necessario aggiungete poca acqua calda. A fine cottura spegnete il fuoco e unite le foglie di basilico spezzettandole con le mani.
Cospargete ogni piatto da portata con un cucchiaio di pecorino, tagliate a pezzi il pane carasau ed immergetelo, un pezzo alla volta, per pochi istanti in acqua bollente salata oppure nel brodo, raccoglietelo con una schiumarola e adagiatelo sui piatti. Distribuitevi sopra il sugo di pomodoro ed un'altro cucchiaio di pecorino, fate un secondo strato con il pane bagnato e il sugo, infine aggiungete l'uovo, spolverizzate con il pecorino e servite. Ogni commensale romperà l'uovo, amalgamandolo agli altri ingredienti.
Per la cottura delle uova potete procedere in due modi:
Uova in camicia: Mettete a bollire in una pentola abbondante acqua e 1-2 cucchiai di aceto, private l'uovo del guscio, facendo attenzione a non romperlo e versatelo in una ciotola, quando l'acqua comincerà a bollire versate delicatamente l'uovo nella pentola, abbassate leggermente la fiamma e lasciatelo cuocere per 3-4 minuti, finché l'albume non sarà totalmente bianco, toglietelo con una schiumarola, delicatamente dalla pentola, adagiatelo sul pane frattau e spolverizzatelo con il pecorino, quindi procedete con la cottura delle altre uova.
Uova barzotte: Mettete a bollire in una pentola abbondante acqua e quando inizierà a bollire immergete, una alla volta, delicatamente le uova, fate cuocere dai 4 ai 6 minuti in base alla consistenza desiderata (il tuorlo deve risultare morbido e non troppo sodo). Togliete le uova ed immergetele in acqua fredda per 5 minuti, quindi privatele del guscio e adagiatele sul pane frattau, incidetele per metà con un coltello e cospargete in superficie il pecorino.

Leggende:
La leggenda narra che questa ricetta venne inventata da due donne che, durante la visita in Sardegna del re Umberto II di Savoia, decisero di preparare in fretta e furia un piatto da offrire al monarca, cercando di arrangiarsi con i pochi ingredienti che avevano nella dispensa e nell'orto: pane, uova, cipolla, basilico e conserva di pomodoro, realizzarono questa ricetta che il re gradì moltissimo.

Potrebbero Interessarti Anche

0 commenti

Disclaimer Blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7.03.2001.
Non è consentita la pubblicazione o riproduzione, anche parziale, senza il consenso esplicito dell'autore.
Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.


le mie ricette su

Top blogsdiricette

trova ricetta

Paperblog
Gustosa Ricerca - ricette di cucina e motore di ricerca di ricette
Scarica Curriculum

Archivio Blog