20 marzo 2012

Croccante alle Mandorle

Il croccante è un dolce tipico di molte regioni italiane di cui ancora non si conoscono le origini, si ipotizza che possa essere originario della Spagna poiché viene citato su un testo spagnolo della seconda metà del '400, ma molti sostengono che sia nato nel Sud Italia intorno al '200 e derivi da un antico dolce tipico arabo a base di mandorle, miele, zucchero e spezie.
La preparazione di questa ricetta è molto semplice, si tratta di un composto di zucchero fuso e risolidificato con mandorle, nocciole o noci. Il croccante, come anche il torrone, è uno dei classici dolci tipici che si trovano nelle bancherelle dei dolciumi alle sagre o alle fiere paesane.
Oggi esistono molte varietà di croccante nelle quali le mandorle della ricetta originaria sono state sostituite da altri tipi di frutta secca o da altri ingredienti come le noccioline americane, i semi di sesamo ed addirittura i popcorn.
Tempo di preparazione: 40'
Ingredienti per 6-8 persone:
g 300 di mandorle dolci
g 300 di zucchero semolato
il succo di 1 limone più mezzo limone intero
Preparazione:
Immergete per qualche minuto in acqua bollente le mandorle; scolatele e spellatele. 
Passatele in forno caldo a 150° per 5' o finché saranno tostate e leggermente dorate, quindi tritatele grossolanamente. 
In una casseruola mettete lo zucchero con il succo di limone e fatelo sciogliere a fuoco moderato, rimescolando con un cucchiaio di legno. 
Unite le mandorle e continuate a mescolare finché lo zucchero diventerà color oro scuro e sarà perfettamente amalgamato alle mandorle.
Versate velocemente il composto su un piano di marmo leggermente unto d'olio, oppure su una teglia foderata con carta alluminio e spianatelo ad un'altezza di mezzo centimetro strofinandolo con il mezzo limone ben lavato e asciugato.
Con un coltello tracciate subito delle righe profonde per dividerlo in rombi, che si staccheranno facilmente quando il croccante sarà freddo. 
Potete conservare il croccante, una volta raffreddato, dentro scatole di latta o in vasi di vetro con coperchio ermetico, involto in carta alluminio, in luogo fresco e asciutto; con il caldo lo zucchero tende a sciogliersi. 

Variante: anche in Piemonte si prepara il croccante, ma più comunemente con le nocciole che si spellano, passandole in forno caldo, poi si procede come sopra descritto. 

Nessun commento:

Posta un commento