Strudel di Mele

by - maggio 24, 2013

Lo Strudel, che in tedesco significa vortice, è una sfoglia di pasta arrotolata e ripiena che può essere dolce o salata, ma nella sua versione più conosciuta è dolce a base di mele, pinoli, uvetta e cannella. Le sue origini sono turche dove viene chiamato baklava.


Si è diffuso in tutto il mondo con il nome di strudel dalla metà del XIX secolo con l'Impero austro-ungarico che ha dominato anche su alcune regioni d'Italia dove questo dolce è molto diffuso: in Veneto, in Friuli ed in particolare in Trentino dove, data la presenza di coltivazioni di mele Dop della Val di Non, si prepara con mele di tipo Golden perché molto zuccherine ed in grado di tenere la cottura.
Tempo di preparazione: 1 ora e 30'
Ingredienti per 6-8 persone:
Per la soglia
g 150 di farina 
g 70 di burro o margarina
1 uovo intero
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di acqua tiepida
zucchero a velo e sale
Per il ripieno
g 500 di mele (indicate le Golden)
g 100 di burro
g 30 di pinoli
2 cucchiai di uva sultanina ammollata in acqua tiepida
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaio di cannella in polvere
la buccia grattugiata di un limone
Preparazione:
Setacciate a fontana la farina sulla spianatoia, fate un incavo al centro, mettete lo zucchero, il burro tagliato a pezzetti, l'albume dell'uovo ed un pizzico di sale. Impastate il tutto, aggiungendo man mano poca acqua tiepida, fino ad ottenere un composto morbido e liscio.
Fate una palla, avvolgetela in un tovagliolo o nella pellicola trasparente e lasciatela riposare in un luogo fresco e asciutto per almeno 30'.
Nel frattempo sbucciate le mele, privatele del torsolo, tagliatele a fettine sottili e mettetele in una ciotola capiente. Aggiungete l'uvetta strizzata, spolverizzate con la cannella e mescolate il tutto con un cucchiaio di legno, unite i pinoli, la buccia del limone grattugiata e lo zucchero.
In un pentolino fate sciogliere 50 g di burro, aggiungete il pangrattato e tostatelo per qualche minuto. Accendete il forno a 200°.
Adagiate la pasta su un foglio di carta e spianatela con il mattarello leggermente infarinato formando un rettangolo il più sottile possibile. Con un pennello piatto ungete la sfoglia con burro fuso e versate il pangrattato, lasciando libere due dita di pasta tutto intorno.
Adagiate sopra al pangrattato il composto di mele, sollevate i lembi della carta forno e arrotolate lo strudel su se stesso, non troppo stretto e servendovi solo della carta forno, schiacciate il rotolo che si sarà formato alle due estremità e sigillate bene affinché non esca il ripieno.
Trasferite, sempre aiutandovi con la carta forno, lo strudel su una teglia e spennellatelo bene in superficie con il tuorlo d'uovo leggermente sbattuto con del burro fuso.
Cuocete nel forno già caldo per 20°, poi abbassate la temperatura a 180° e fate cuocere per altri 45'. Togliete dal forno e spolverizzate con lo zucchero a velo.

Variante: il ripieno si può arricchire aggiungendo mandorle, gherigli di noce o nocciole tritate

Ti Potrebbero Interessare Anche:

3 commenti

  1. Che dolce straordinario! lo adoro e credo non ci sia niente di meglio ... ciao.

    RispondiElimina
  2. troppo buono lo strudel!! non ho mai provato a prepararlo perché mi sembra troppo complicato, ma prima o poi dovrò provare a farlo. intanto ti ringrazio per la ricetta. ciao.

    RispondiElimina
  3. always i used to read smaller articles that
    as well clear their motive, and that is also happening with this piece of writing which
    I am reading now.

    my web site; cost for private jet

    RispondiElimina

_____________________________________ LE MIE RICETTE SU: _____________________________________



trova ricetta Top blogsdiricette



Paperblog
Gustosa Ricerca - ricette di cucina e motore di ricerca di ricette

Disclaimer per contenuti blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7.03.2001.
Non è consentita la pubblicazione o riproduzione, anche parziale, senza il consenso esplicito dell'autore.
Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.